vendita farmaci on line

Un passo in avanti con le farmacie on line

vendita farmaci on lineNel corso del 2014 gli acquisti compiuti dagli italiani nelle farmacie online sono aumentati del 28%, stando ai dati svelati da Netcomm. Il segnale è evidente: l’e-commerce è una forma di acquisto sempre più apprezzata anche nel nostro Paese, dove fino a qualche tempo fa stentava ad imporsi.

Cosa si cela dietro la crescita delle vendite online

A frenare l’acquisto di farmaci on line erano in primis i dubbi che riguardavano la qualità dei prodotti messi in vendita, insieme alle remore che coinvolgono l’intero settore degli acquisti online, vale a dire l’effettiva sicurezza delle diverse modalità di pagamento. Questi ostacoli si possono dire ormai superati visti i numeri in netta crescita, non solo per quanto concerne i medicinali, ma del mercato online nella sua interezza.

Buona parte del merito è del cosiddetto “web 2.0”: su internet ormai è possibile acquistare qualunque cosa, lo si può fare risparmiando (senza però perdere nulla in fatto di qualità dei prodotti) e soprattutto lo si può fare comodamente da casa, non soltanto tramite pc ma anche attraverso dispositivi mobili.

Lo sviluppo delle farmacie online italiane

I volumi delle vendite delle farmacie online italiane hanno fatto registrare una crescita consistente nel 2014, offrendo sempre maggiore affidabilità e sicurezza per quanto concerne l’acquisto di articoli sanitari, prodotti cosmetici e integratori alimentari. E guardando al futuro, il ruolo delle farmacie online italiane raggiungerà ancora più importanza, dato che proprio nel 2014 il Consiglio dei Ministri ha approvato una direttiva europea del 2011 che permette di vendere online i farmaci da banco, vale a dire tutti quei farmaci per i quali non è necessaria una ricetta medica. L’unico vincolo è che a vendere tali farmaci attraverso il web sia una farmacia, oppure una parafarmacia, riconosciuta pienamente dal Ministero della Salute e che, dunque, disponga già dell’autorizzazione per la vendita di farmaci sul territorio italiano. Tramite questa direttiva, i cittadini godranno di maggiori garanzie nel momento in cui acquisteranno farmaci online.

Combattere l’illegalità

L’approvazione della direttiva europea è stato un passo avanti di una certa importanza nella lotta all’illegalità, estremamente pericolosa in questo settore. I siti delle farmacie riconosciute dal Ministero sono dotati di un logo identificativo che permette di distinguerli dai siti non riconosciuti, che di conseguenza sono meno sicuri per coloro che vogliono acquistare farmaci.

I prodotti che si possono acquistare nelle farmacie online appartengono a diverse categorie, dai cosmetici agli integratori, passando per prodotti dedicati alla prima infanzia e articoli sanitari, fino ad arrivare a un discreto numero di prodotti veterinari. Il passo successivo è quello di equiparare l’Italia ad altri Paesi europei, dove già adesso è possibile acquistare pure i farmaci per i quali è richiesta una prescrizione medica, dando così un ulteriore colpo al mercato illegale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *